Enna, Archivio

Piazza, la giunta trasferisce il mercato settimanale

PIAZZA ARMERINA. Il mercato settimanale torna nell’ex piazza Europa e vie adiacenti, questa volta più ridimensionato, con soli 158 posteggi previsti. La giunta guidata dal sindaco Filippo Miroddi con delibera ha individuato la piazza Falcone e Borsellino quale area per lo svolgimento del mercato del giovedì mattina. Le bancarelle, 127 del settore non alimentare e 31 del settore alimentare, saranno montate oltre che nella piazza anche in via Intorcetta, fino all’incrocio con via Monsignor Palermo, in via Giacinto Lo Giudice, dall’incrocio con via Chiarandà all’incrocio con via Pio La Torre, e in piazza Belvedere Antiche Mura, dove dovrebbero essere collocati tutti gli ambulanti del settore alimentare. Con lo stesso provvedimento è stato dato il via libera alla planimetria messa a punto dall’Ufficio tecnico comunale. «Abbiamo preso atto delle numerose richieste arrivate dai cittadini e dagli operatori commerciali ambulanti ed a posto fisso per un trasferimento del mercato nell’ex piazza Europa, considerato un sito più favorevole da un punto di vista commerciale, in quanto facilmente raggiungibile da tutti i fruitori, anche dalla cosiddetta fascia debole», spiega l’assessore alle Attività produttive Filippo Sammarco nelle premesse alla delibera. La commissione Commercio su Aree pubbliche ha già espresso parere favorevole al trasferimento in due sedute, così come analogo parere è stato espresso dalla commissione Mercato. Trovato un accordo anche con gli operatori del settore ortofrutticolo di via Pio La Torre, i quali hanno manifestato disponibilità a spostarsi sul marciapiede di piazza Falcone Borsellino, lato di via Chiarandà, unicamente nella giornata di svolgimento del mercato settimanale. Adesso la delibera con tutti i pareri allegati e il carteggio con la planimetria dei posteggi è stata trasferita all’ufficio di Presidenza del consiglio comunale. Sarà la conferenza dei capigruppo a trattare il punto all’ordine del giorno e ad avviare l’iter preventivo e consultivo nelle commissioni consiliari e poi in aula. Solo il consiglio comunale, infatti, ha la competenza finale a decidere tanto lo spostamento del mercato quanto il numero dei posteggi. La delibera della giunta, oltre a dare seguito ad un punto del programma elettorale della coalizione del sindaco, non fa altro che dare attuazione ad un atto di indirizzo votato dal consiglio già il 4 novembre del 2010, con il quale si chiedeva proprio il trasloco delle bancarelle del giovedì da Piano Sant’Ippolito alla piazza Falcone e Borsellino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati