Piazza, super «gettoni» ai consiglieri: «Ma è colpa dei ritardi per il Bilancio»

PIAZZA ARMERINA. Totale dei gettoni di presenza in costante aumento negli ultimi quattro mesi, ma i consiglieri comunali si difendono e considerano pretestuose alcune polemiche. «Sui gettoni di novembre c'era il bilancio che ha pesato sul numero delle sedute». I consiglieri Andrea Velardita e Ivan Picicuto, rispettivamente presidente e vicepresidente della commissione Bilancio, non ci stanno e precisano la posizione della loro commissione. «Il bilancio è arrivato all'ultimo giorno disponibile e questo ha portato a molte sedute di commissione nelle quali poi ci siamo ritrovati senza documenti», dice Picicuto. «La nostra commissione è l'unica che si attiva e lavora solo quando la conferenza dei capigruppo ci invia gli atti con cui deve iniziare l'iter consiliare di una delibera», spiega Velardita.
Il totale liquidato ai venti consiglieri dalle casse comunali è passato dai 3.487 euro di agosto agli 8.286 euro di settembre, per finire ai 9.280 euro di ottobre e agli 11.029 euro di novembre. Tuttora, invece, non vengono rese pubbliche, le indennità di assessori e sindaco. L'albo pretorio a distanza di cinque mesi non riporta i dati nel settore trasparenza del portale internet. «Non riesco a capire per quale motivo i dati delle indennità dei componenti della giunta non vengano pubblicati, vanno resi noti fin da subito, così come accade per i gettoni dei consiglieri», dice Picicuto.
Il gettone di presenza ammonta a 34,28 euro e viene liquidato per ogni partecipazione ad una seduta delle commissioni consiliari e del consiglio, non per le sedute delle conferenze dei capigruppo. Il totale spettante a ciascun consigliere viene calcolato al lordo dell'imposta Irpef, sommando i gettoni accumulati ogni mese. L'aumento costante del totale dei gettoni negli ultimi quattro mesi, sia pure al lordo, ha provocato alcune polemiche anche sui social network. Caso a parte, poi, quello del consigliere Alessia Di Giorgio, che cumula anche la carica di assessore comunale e per questo percepisce solo l'indennità assessoriale e non i gettoni di presenza. Da più parti viene chiesto un cumulo di punti all'ordine del giorno nelle singole sedute, evitando le commissioni consiliari mono-tema, quelle nelle quali si discute di un solo punto all'ordine del giorno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati