Enna, Archivio

Mercato di Piazza, via libera al trasferimento: le bancarelle tornano in centro

PIAZZA ARMERINA. Il consiglio comunale con un'ampia maggioranza trasversale da il proprio via libera al trasferimento del mercato settimanale da Piano Sant'Ippolito alla piazza Falcone e Borsellino. Mercoledì pomeriggio, dopo circa due ore di dibattito, è arrivato il benestare dei consiglieri alla proposta della giunta di far tornare le bancarelle del giovedì in pieno centro. Sono stati 14 i voti favorevoli, 3 gli astenuti e 3 i consiglieri assenti al momento del voto. Nel corso della discussione numerose, però, le richieste di chiarimenti e le preoccupazioni espresse dai consiglieri. «Nutro preoccupazione per il passaggio dei mezzi dei vigili del fuoco, ad esempio per accedere alle abitazioni di via Parlagreco, accanto al palazzo delle Poste, chiedo anche un controllo su chi paga effettivamente il suolo pubblico», ha detto il consigliere Ilenia Rita Marotta (Grande Sud). «Chiediamo risposte ad una serie di punti, come i rischi sanitari per chi deve essere soccorso dalle ambulanze, la pulizia dei posteggi a fine mercato che fino ad oggi sono rimasti sporchi con una situazione non degna di una città turistica», ha aggiunto il consigliere Manlio Marzullo (Ncd). «Ci sono diverse criticità, ma occorre il buon senso, così come successo per tante altre manifestazioni allestite nell'ex piazza Europa», ha replicato Paolo Gabrieli, dirigente del settore Commercio. «Il mercato svolge un'importante funzione sociale, oltre che economica, in passato sono state fatte su questo tema scelte schizofreniche, i mercati storicamente si tengono al centro della città», ha spiegato Salvatore Alfarini (Il Megafono). «La legge prevede uno spazio di tre metri e mezzo tra le bancarelle, la nostra planimetria si attiene a queste misure, proprio per consentire il passaggio dei mezzi di soccorso», ha affermato il sindaco Filippo Miroddi. Ad astenersi i consiglieri Ivan Picicuto, Manuela Lentini e Ilenia Marotta. Assenti al momento del voto Manlio Marzullo e Teodoro Ribilotta. Fondamentale per l'approvazione della proposta di trasferimento avanzata dalla giunta il voto delle opposizioni, con la maggioranza di governo che da sola non aveva i numeri per far passare il provvedimento. Le 158 bancarelle potrebbero ora montare per la prima volta nel nuovo sito il prossimo 30 gennaio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati