Bike sharing, pronti a pedalare a Enna: manca solo l’ok per la gestione

ENNA. In questa settimana l'assessore comunale ai Lavori pubblici Francesco Nasonte contatterà i responsabili della Provincia, dell'Ersu e dell'Università Kore patners del progetto Bike sharing. Tutti assieme devono stilare il bando per l'affidamento della gestione di mezzi ed impianti. Infatti le stazioni con le 35 biciclette a pedalata assistita sono state montate e adesso attendono il collaudo. «Per un primo periodo - dice l'assessore - sarà la stessa ditta che ha fornito mezzi e materiale a gestire l'utilizzazione. Superata questa fase dovremo necessariamente affidare la gestione a ditte esterne»". Per Nasonte il progetto è entrato nella sua fase di definitiva realizzazione e prevede che nella prima primavera sarà già attivo. L'intero costo dell'iniziativa è stato di 428 mila euro. Comune, Università Kore e Provincia hanno però solo investito 28 mila euro ciascuno. La rimanente somma è stata cofinanziata dal ministero dell'Ambiente e dalla Comunità europea. Nelle stazioni sono state predisposte delle colonnine per la ricarica di energia elettrica che muoveranno le biciclette quando l'utilizzatore sarà stanco, o semplicemente quando ne avrà voglia. Ad aiutarlo un motorino elettrico inserito nella bicicletta, appunto per assistere la pedalata. Ed ad Enna con i saliscendi che ci sono l'assistenza è proprio necessaria. È un programma che indubbiamente guarda con grande interesse alla fascia più giovane della popolazione e in particolare agli studenti universitari che sono costretti a fare la spola tra diversi poli. Non solo ma con gli ufficidell'Ersu ormai posizionati nello stesso stabile della Domus Kore, ipotizzare facoltà e nuovi servizi nella parte alta della città è un obbiettivo che l'ateneo intende acciuffare. Ma dall'assessorato ai Lavori pubblici arrivano altre novità su interventi già annunciati. Come per esempio le due nuove Bambinopoli che sorgeranno in piazza Valverde, ad Enna alta, e in piazza della Legalità, proprio nei pressi della facoltà di Ingegneria, nella parte bassa della città. Nelle due aree i giochi per i bambini erano istallati da tempo ma ormai l'usura li aveva trasformati in strumenti poco funzionali e a volte perfino pericolosi. Quindi adesso il Comune propone un nuovo look e una nuova funzionalità al divertimento dei più piccoli. «Tutto è pronto - continua Nasonte - le gare sono state affidate e per iniziare i lavori stiamo solo attendendo che le due ditte che si sono aggiudicate le opere completino la documentazione di rito». Il costo complessivo che l'amministrazione comunale sostiene è di circa 78 mila euro. Anche per questa realizzazione gli utenti, che in questo caso sono piccolissimi, devono attendere la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. "Abbiamo puntato con bambinopoli più belle e funzionali ristrutturando completamente la struttura esistente a Montesalvo. I risultati sono stati ottimi. In particolare nelle belle giornate bambini e genitori prendono d'assalto la bambinopoli. Quindi c'è una forte richiesta in tal senso, ecco perchè ci siamo impegnati a finanziare l'adeguamento di nuove strutture». Infine l'assessore Nasonte segnala un importante appuntamento per venerdì prossimo quando si riunirà la commissione dell'Asp che deve dare il via libera al palasport che nascerà nell'area del campetto del cimitero. La commissione deve solo verificare che l'area di rispetto cimiteriale non sia stata intaccata. «Dopo questo passaggio - conclude Nasonte - l'intera progettualità potrà avviarsi verso la sua fase finale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati