Enna, Archivio

Teatro Garibaldi di Enna, arriverà il direttore artistico: fondi per sistemare l’archivio storico

ENNA. Il teatro Garibaldi ha un suo regolamento organizzativo e avrà a breve un suo direttore artistico. Succede per la prima volta che il Comune si attiva per regolamentare compiutamente l'attività dell'unico teatro cittadino. Mercoledì sera, a conclusione di una seduta lampo del consiglio comunale, è durata meno di un'ora, Sala d'Euno ha dato all'unanimità il via libera al regolamento.
Adesso toccherà al sindaco Paolo Garofalo indicare la figura del direttore artistico che avrà il compito di pianificare l'attività del teatro per l'intero anno. Prima dell'inizio dei lavori d'aula il consigliere Dario Cardaci ha comunicato di avere costituito il gruppo del Ncd, Nuovo Centrodestra.
Approvata pure la mozione in favore dell'archivio storico del Comune dove già da tempo lavorano con grande passione un gruppo di dipendenti comunali e il presidente della società Dante Alighieri Rocco Lombardo. Adesso il consiglio chiede più impegno da parte dell'amministrazione. Intanto la giunta ha inserito un finanziamento di 20 mila euro per agevolare l'attività. L'emergenza riguarda il salvataggio di tutto il carteggio riguardante il ventennio fascista che in atto è conservato nei garage sotto piazza Gino Vetri di fronte la scuola d'Arte.
I locali non sono in buone condizioni e l'umidità può pregiudicare la loro esistenza.
Dovrebbero essere trasferiti nei locali di via Candrilli. Per quanto riguarda l'interrogazione del parcheggio posto dietro il Municipio e riservato ai consiglieri, Filippo Fiammetta che l'ha proposta si è riservato di trasformarla in mozione. Approvata infine l'adesione al patto dei sindaci per la realizzazione di iniziative volte alla riduzione dell'emissione di CO2 nelle città.
Intanto dall'assessore comunale ai Lavori pubblici Francesco Nasonte si apprende che tra non molto prenderanno il via i lavori di messa in sicurezza di alcune parti del Castello di Lombardia. Le opere verranno realizzate grazie ad un progetto finanziato dalla Regione e dato esecuzione dal Genio civile per un totale di circa 260 mila euro.
Opere che sono state più volte richieste a gran voce da parte dei responsabili di Enna nostra con in testa il presidente Paolo Parrino e uno dei collaboratori più stretti Franco Longo.
E proprio le denunce di questa associazione hanno attivato le procedure tanto che l'assessore Nasonte conferma: «A questo riguardo ci sono state diverse denunce per i massi che si sono staccati dai costoni». Non è la prima volta che entra in gioco la collaborazione fra Comune e Genio civile per dare soluzione a questioni spinose: «Abbiamo realizzato diversi interventi». I lavori dovrebbero essere completati in un mese. Fra i consiglieri di Sala d'Euno, Cesare Fussone di Altrementi per la precisione, c'è chi attende l'intervento del Comune dopo gli annunci fatti per estirpare le palme colpite dal punterolo rosso. In città è un mezzo disastro.
A Pergusa sono varie le piante ormai morte e ad Enna bassa cominciano a contarsi già le prime. Fussone ha chiesto all'assessore al Verde pubblico Salvatore Cappa quando queste piante verranno rimosse. Dal componente dell'esecutivo municipale parole rassicuranti. L'ufficio sarebbe in fase di riorganizzazione e al più presto le piante dovrebbero essere spostate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati