Piazza Armerina, piove ancora sugli affreschi

L’allarme lanciato all’assessore regionale Sgarlata. «Umidità e infiltrazioni hanno provocato una nuova emergenza». La copertura del tempio è ormai ridotta ad un colabrodo e le opere del pittore fiammingo Borremans stinte e scrostate

PIAZZA ARMERINA. La pioggia si abbatte sugli affreschi del Borremans e le opere del pittore fiammingo tornano alla ribalta della cronaca a pochi giorni dal sopralluogo effettuato dall'assessore regionale dei Beni culturali Maria Rita Sgarlata. La chiesa di San Giovanni Evangelista ha ormai un prospetto esterno ridotto ad un colabrodo e, ad ogni pioggia, umidità e infiltrazioni d'acqua fanno il loro corso. Ma le ultime abbondanti piogge dei giorni scorsi hanno provocato una nuova emergenza.
«Il violento nubifragio che si è riversato le scorse notti anche su Piazza Armerina ha provocato una nuova falla, con abbondante pioggia, da una finestra che non ha retto, per cui vi sono ulteriori infiltrazioni d'acqua in altri affreschi», racconta Francesco Galati, ex componente del comitato tecnico-scientifico dell'Associazione italiana siti Unesco, il quale ha avuto un colloquio con don Antonio Scarcione e con il sindaco Filippo Miroddi, e ha deciso di scrivere una lettera accorata all'assessore Sgarlata per informarla come «non ci sia più tempo da perdere».

UN SERVIZIO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati