Maltempo a Enna, Comune pronto a chiedere lo stato di calamità

L’ufficio tecnico sta ultimando il dossier richiesto dal sindaco con le stime dei danni provocati dalle abbondanti piogge che si sono abbattute nei giorni scorsi

Enna, Archivio

ENNA. L'Ufficio tecnico del Comune continua a lavorare per dare un dossier completo al sindaco Paolo Garofalo intenzionato a chiedere al governo nazionale lo stato di calamità per i danni che sono derivati dalle recenti piogge. L'intera documentazione dovrebbe essere quasi definita. Il dossier che quantifica i danni delle ultime devastanti precipitazioni abbattutesi sul capoluogo sarà arricchito da numerose fotografie che danno un'immagione esatta dei luoghi prima e dopo le piogge. Non solo ma l'amministrazione comunale ha anche chiamato le organizzazioni di categoria, in particolare quelle operanti nel campo dell'agricoltura, a compiere un preciso monitoraggio dei danni subiti dalle aziende. Solo dopo aver concluso completamente l'intero iter si potrà stabilire il costo esatto degli interventi necessari. Appena ultimato il lavoro Garofalo volerà a Roma per sottoscrivere formalmente la richiesta di aiuto.



IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati