Enna, Archivio

Wi-fi gratis dalla basilica alla Villa Romana, al via il progetto per internettizzare Piazza

PIAZZA ARMERINA. Wifi gratis per tutti. Il collegamento internet libero in giro per la città potrebbe non essere una chimera. A credere nel progetto di una rete cittadina wi-fi il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Mattia, dopo l'interrogazione consiliare presentata nelle scorse settimane dal consigliere Laura Saffila. «Si tratta proprio di quello che stiamo facendo, si tratta di un'idea importante, il consigliere dimostra di avere lungimiranza, stiamo studiando un impianto cittadino che cammini di pari passo con la nuova illuminazione, si tratterebbe di un risparmio di spesa per le famiglie e allo stesso tempo di un servizio per i cittadini e i turisti», spiega Mattia. «Al momento nel nostro Comune un servizio wi-fi è presente soltanto nelle sale della biblioteca comunale, con accesso per gli utenti, tramite password, per il resto ancora oggi la città è sprovvista di qualsiasi hotspot (antennine), punti di accesso libero ad internet», dice la Saffila, chiedendo all'amministrazione di mettere nero su bianco un progetto.
«Il progetto lo stiamo mettendo a punto in collaborazione con un'impresa e presto verrà illustrato in sede di risposta all'interrogazione consiliare», aggiunge il numero due di Sala delle Luci. «Piazza deve colmare questo gap tecnologico, internet è ritenuto ormai imprescindibile, il servizio wi-fi libero permetterebbe la connessione al web in modalità senza fili, con un telefono cellulare, un pc portatile o uno smartphone per navigare, chattare, scambiare mail ed accedere ai servizi informativi in genere», ricorda il consigliere firmatario dell'interrogazione. Si tratterebbe di un servizio innovativo in più da offrire ai turisti per convincerli a restare almeno una notte in città. Un progetto da 30 mila euro che potrebbe essere realizzato a stralci in alcune zone del centro urbano, magari iniziando dalle aree più frequentate dai turisti, come in piazza Duomo, piazza Garibaldi, in altre aree del centro storico e alla Villa Romana del Casale. Si stanno studiando i costi con un'impresa e non è escluso che la somma potrebbe anche abbassarsi. Ma i dettagli del progetto sono ancora in fase di definizione e si spera che l'assessorato ai Lavori pubblici possa trovare i fondi per iniziare quantomeno una prima fase dell'impianto. «Ritengo che il Comune, città turistica per eccellenza, se vuole stare al passo con i tempi, deve iniziare sin da subito a proporre ai cittadini e a quanti studenti, visitatori, turisti giornalmente transitano nell'affascinante centro storico, o si recano alla Villa Romana del Casale, strumenti tecnologici all'altezza della fama e del blasone della nostra città», aggiunge Saffila, e poi conclude: «Nell'era di internet non può permettersi di vivere ovattata e ai margini della società, deve investire anche sulle infrastrutture tecnologiche, che vadano a vantaggio e portino benefici a tutta la comunità amministrata e ai turisti in genere». La creazione di una rete wi-fi gratuita potrebbe anche essere realizzata dall'amministrazione comunale in partnership con il Parco Archeologico della Villa Romana, almeno per alcuni stralci con finalità soprattutto di carattere turistico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati