Piazza Armerina, giardini e parchi sempre "in fiore": il comune affida la cura ai privati

PIAZZA ARMERINA. Il Comune si appoggia ai privati per la cura del verde pubblico all'ingresso nord della città e per realizzare alcune maxi scritte floreali. Accordo triennale di collaborazione allo studio dell'amministrazione comunale con alcuni imprenditori locali che hanno presentato sul tavolo del sindaco Filippo Miroddi una loro proposta di abbellimento della via Generale Gaeta. Il progetto prevede la realizzazione a verde di tutto il tratto di terreno che va dall'ex chiesa di San Giacomo fino a poco prima del quadrivio semaforico, lasciando intatto l'area già attualmente curata da un'altra ditta privata. Area curata a prato verde nella quale verrà inserita una enorme scritta floreale: "Benvenuti a Piazza Armerina". Un intervento simile a quello che tanti anni fa dominava la piazzetta centrale interna della Villa Garibaldi, ormai rimasto solo un lontano ricorso, ancora visibile in qualche sbiadita cartolina postale. Effettuato già un primo sopralluogo da parte dei funzionari dell'ufficio Tecnico comunale. Come contropartita le aziende partner esporranno i loro loghi come sponsor delle piantumazioni creative realizzate. Il Comune avrà un ingresso più decoroso a costo zero e le aziende si faranno pubblicità. La partnership avrà durata triennale e non prevede costi a carico delle casse comunali, comprendendo anche la manutenzione delle aree verdi durante i 36 mesi dell'accordo. Non solo verde pubblico, ma anche altri tipi di interventi sempre all'entrata del centro urbano. "Nelle due rotatorie, quella all'ingresso sud e l'altra all'ingresso nord, è prevista l'installazione di due totem luminosi con immagini promo-turistiche della nostra città, si tratta di una proposta quella ricevuta che ci vede estremamente interessati, un'opportunità da cogliere", spiega il primo cittadino. Con le casse comunali sempre più vuote e la ricerca continua di far quadrare i conti il Comune già da qualche anno considera la strada delle sponsorizzazioni come l'unica via per riuscire a dare decoro al verde pubblico cittadino. Del resto non è la prima volta che l'ente tenta di intavolare accordi specifici sulla gestione di alcune fette di verde pubblico cittadino, affidandole a privati e imprese, cosa che già accade in diverse aiuole del centro urbano e del centro storico. Ro.Pa. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X