Ciceroni trasferiti ad Aidone, museo di Centuripe a rischio

Enna, Archivio

ENNA. Il museo regionale presenta un'esposizione archeologica con reperti dalla preistoria, materiali relativi al centro siculo ellenizzato, figurine fittili del III-I secolo a.C., sculture di età ellenistica e romana, epigrafi. Tre livelli espositivi colmi di reperti, alcuni recentemente restaurati. Mentre fuori dalle porte del museo, in ogni angolo della cittadina, vive ovunque un pezzetto di storia romana. Negli ultimi anni tornati alla ribalta grazie a numerosi interventi per ri-metterli in mostra. E grazie al personale del museo che ha effettuato visite guidate per la cittadina e accompagnato le comitive di turisti, spiegando loro, da veri ciceroni passo passo nascita, vita e riscoperta dei vari siti monumentali.
Un lavoro che ha attirato a Centuripe moltissimi turisti. Ma che rischia di andare in fumo.
Da qualche giorno, infatti, l'Assessorato regionale dipartimento ai Beni culturali ha trasferito ben 18 unità lasciando scoperti una serie di servizi che da questo momento non potranno più essere garantiti. Ben 10 unità sono state trasferite ad Aidone presso il museo, dove l'esigenza di avere un maggiore numero di personale è data anche dalla presenza della Venere di Morgantina che ha fatto aumentare notevolmente le visite.


L'ARTICOLO COMPLETO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati