Kore, borse di studio perse a Enna I sindacati: "Ritardi nelle procedure"

Un danno che secondo le parti sociali è di una gravità inaudita in un momento di crisi sociale che attraversano le famiglie economicamente più deboli

ENNA. Comportamenti negligenti da parte di chi oggi ha responsabilità nella direzione dell'ente. È quanto denunciano le segreterie aziendali di Cgil, Sadirs, Cobas e Siad sul fatto che l'Ersu avrebbe perso 304 mila euro di risorse pubbliche destinate alle borse di studio da erogare agli studenti iscritti alla Kore, utilmente collocati in graduatoria. I segretari di questi sindacati denunciano il fatto che a loro dire la deliberazione da parte del Cda dell'ente dello scorso 29 novembre dichiarata immediatamente esecutiva con la quale venivano disposte le variazioni di bilancio esercizio finanziario 2013 e nello specifico, tra l'altro, variazioni in aumento di 304.000 euro nel capitolo delle borse di studio veniva lasciata «nel cassetto» da chi di competenza per i 20 giorni successivi e trasmessa agli organi regionali competenti solamente il 19 dicembre. Un ritardo nella trasmissione che secondo Cgil, Sadirs, Cobas e Siad avrebbe comportato la perdita delle risorse. 

UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook