Enna, il vescovo in stile Bergoglio: guida la sua auto e pranza alla buona

Enna, Archivio

ENNA. È arrivato di buon mattino all’Oasi francescana di Pergusa a bordo di un’auto senza autista e subito è stato accompagnato all’interno della casa circondariale dal cappellano don Giacomo Zangara. Il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, Rosario Gisana, fresco di nomina, è stato accolto in città da applausi e commozione e ha pranzato in stile francescano con 26 sacerdoti e frati ennesi. In carcere ha preso parte a un lungo incontro con i detenuti e ha presieduto la messa che visto battezzarsi due reclusi e cresimarsi altri sei.
«Ha parlato di amore e giustizia – racconta padre Zangara – e non ha nascosto la sua commozione durante il messaggio lettogli da un detenuto». Il vescovo si è presentato insomma come un’autorità religiosa che ha a cuore gli ultimi, concetto sottolineato anche dal sindaco Paolo Garofalo nel suo saluto in Duomo («Pochi giorni fa ho incontrato papa Francesco – ha detto il primo cittadino – e ho trovato in lui lo stesso sorriso sereno che oggi vedo risplendere sul suo volto»).
UN SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati