Nissoria, riapre il museo della civiltà contadina

ENNA. Torna a vivere il museo etno-antropologico e della cultura nissorina. Sarà inaugurato oggi, su iniziativa della Pro loco e del Comune. Il museo, una struttura di 800 metri quadrati, raccoglie in diversi angoli la storia della civiltà contadina, gli attrezzi di lavoro agricoli, i mezzi di trasporto, gli abiti e perfino la ricostruzione di una abitazione "tipo" di una famiglia contadina. Tutti gli oggetti sono stati donati dai cittadini di Nissoria.
Nei mesi scorsi il museo è stato oggetto di uno studio, a opera dell'amministrazione, per farne la punta di diamante dell'offerta turistica culturale del piccolo centro ennese. Il progetto, la cui realizzazione è affidata alla Pro Loco, presieduta dalla giovanissima Asia Raele, prevede la dotazione di una aula multimediale a supporto per far meglio comprendere attraverso la proiezioni di spezzoni di film quella che era la vita dei contadini di una volta. Tutti gli oggetti saranno indicati in almeno tre lingue straniere, sarà realizzata anche una audio-guida in lingue straniere. Il museo sarà aperto tutti i giorni, gestito dai volontari della Pro Loco.
Oggi è attesa la presenza del prefetto Fernando Guida. L'inaugurazione concluderà la "Sagra della Pasta con la Mollica", tradizionale appuntamento gastronomico. Per l'occasione sono state invitate varie associazioni provenienti da tutta la provincia; e alcuni americani, ufficiali della base militare di Sigonella. Prima del taglio del nastro ci saranno alcuni interventi di esperti che parleranno del Museo e della storia di Nissoria. A fine serata spettacolo di musica siciliana degli "Etna Fire", con canti e musiche in dialetto e musiche rieditate in chiave moderna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati