Enna, arriva il nuovo stradario: servirà per l’applicazione della nuova imposta comunale

La mappa aggiornata del territorio servirà anche per individuare tutti gli immobili e i loro proprietari. Lo si può consultare negli uffici di piazza Coppola 2

ENNA. Con una recente delibera la giunta comunale ha rielaborato la Planimetria della toponomastica stradale dell'intero perimetro ennese. L'intera operazione è stata fatta a seguito di una richiesta inoltrata dall'Ansc, Archivio nazionale degli stradari e dei numeri civici, per «il consolidamento e la validazione dei dati toponomastici».
L'Archivio ha chiesto quindi a tutti i comuni di verificare l'elenco delle strade del territorio inserite nel Catasto con eventuali aggiornamenti. Nel lungo elenco di 24 pagine sono state segnate strade vicinali, comunali, provinciali, statali, regionali e consortili. Poi le contrade, le regie trazzere, le vie i viali, i corsi, le piazze, le traverse e gli slarghi.
Lo stradario è stato preparato dal Servizio programmazione urbanistica del Comune e lo si può consultare negli uffici di piazza Coppola 2. Un elenco che è anche propedeutico per il Comune per dare concreta applicazione al nuovo tributo Iuc, Imposta unica comunale, che raggruppa ben tre tasse: l'Imu, Imposta municipale unica, la Tari, tassa sui rifiuti e la Tasi, Tributo per i servizi indivisibili. La Iuc è prevista dalla legge di Stabilità 2014.
UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati