Nicosia, operaio romeno muore folgorato

All’uomo, 35 anni, è stato fatale spostare un cavo che si era precedentemente staccato dalla linea dell'alta tensione

NICOSIA. È una festa del lavoro amaro quella che oggi la città si prepara a vivere perché segnata dalla morte, verificatasi nella mattinata di ieri, di un lavoratore romeno che ha perso la vita folgorato da un cavo dell'alta tensione. La tragedia si è consumata in contrada Vaccarra sottana.
L'uomo di cui si sa che aveva 35 anni, e di cui non sono note le generalità, lavorava in una delle tante aziende agricole presenti a Vaccarra e, a quanto pare, gli è stato fatale spostare un cavo che si era precedentemente staccato dalla linea dell'alta tensione. Sul posto è intervenuta la Polizia. Le cause dell'incidente, ancora al vaglio degli investigatori, sono quasi certamente di natura accidentale. Ieri mattina l'uomo stava lavorando in un campo dell'azienda agricola in cui era impiegato e per agevolare il proprio lavoro avrebbe spostato un cavo elettrico che si era precedentemente staccato dalla linea elettrica. Il cavo che non era isolato ha scaricato la corrente colpendo in pieno il trentacinquenne. Sul posto è intervenuto il 118 che ha potuto solo constatare il decesso. Le indagini che si muovo nel più stretto riserbo sono seguite dal Commissariato di Nicosia.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati