Enna, Archivio

Matematica, l'eccellenza abita a Enna

ENNA. Sembra proprio che tra i giovani ennesi e la matematica cominci a correre buon sangue. Sono infatti tanti gli studenti che anche quest'anno hanno preso parte ai vari progetti Pon sulla matematica proposti nelle scuole, ai relativi corsi di potenziamento e alle numerose competizioni indette a livello regionale e nazionale. Al netto delle eccellenze che brillano certo anche di luce propria, sembra comunque che siano sempre più gli studenti con una certa dimestichezza nel far di conto e che certa fama, che storicamente ha preceduto la scienza dei numeri, qui possa trovare smentita anche grazie all'impegno degli insegnanti. Prova ne è, tra gli altri, Serafino Mastroianni dell'istituto Santa Chiara, dirigente Maria Filippa Amaradio, il quale, dopo essersi classificato primo alla semifinale regionale di Catania con 66 punti, 8 esercizi risolti in 105 minuti, sarà uno dei concorrenti alla finale della ventunesima edizione italiana dei "Campionati internazionali di Giochi matematici" il prossimo sabato 10 a Milano. Con il giovane, che concorrerà per la categoria C2 (studenti di terza media e prima superiore), gareggeranno anche altri studenti ennesi e precisamente Pietro Amato ed Emanuela Bruno dell'istituto comprensivo Neglia, dirigente Silvia Messina. Per la categoria C1 (studenti prima e seconda media) ci saranno inoltre Paolo Mastroianni e Mattia Catalano dell'istituto comprensivo Santa Chiara. Ai ragazzi in gara - come prevede il regolamento dello storico campionato indetto ogni anno dal centro Pristem dell'università Bocconi di Milano - toccherà risolvere 10 difficili quiz e problemi di logica e matematica in 90 minuti (120 minuti per la categoria C1). «Lo slogan della manifestazione - dicono gli organizzatori - è «Logica, intuizione e fantasia». I Campionati sono gare matematiche, ma per affrontarle non è necessaria la conoscenza di formule e no teoremi. Occorre invece una voglia matta di giocare, un pizzico di fantasia e intuizione». Come se non bastasse, nel corso di questa stessa settimana (da domani giovedì 8 a domenica 11), altri «Archimede in pectore» ennesi, si daranno battaglia a suon di numeri a Cesenatico per la finale delle Olimpiadi di matematica. Saranno Stefano Bonsignore, Daniele Gioia, Gabriele Cacciato, Giulio Castagna, William Di Venti, Daniel Perillo e Giuseppe Puglisi, studenti dello scientifico Farinato, dirigente Luigia Marmo, che dopo essersi classificati alle due finali regionali, tenteranno di strappare l'ennesimo trofeo da portare nella loro scuola che vanta già un ricco albo di eccellenze in matematica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati