Enna, assistenza domiciliare a rischio per ultranovantenne

Il dramma di un’ ex insegnante, il comune replica: i tagli sono obbligatori

Enna, Archivio

ENNA. Il Comune mi vuole togliere l'assistenza domiciliare». È il grido neppure tanto sottaciuto di Marianna Mannina un'ex insegnante di 94 anni che vive da sola. Invalida al cento per cento è costretta a ricorrere agli aiuti degli assistenti per sbrigare anche le piccole faccende di casa. "La testa però mi funziona bene - avverte la signora Marianna - e voglio gridare che non è giusto togliere ad un anziano l'assistenza". Secondo la signora Mannina sarebbero almeno dieci i "nonnetti" ennesi che rischierebbero di dover vivere senza aiuto. Il taglio avverrebbe perché invalidi e perché "riscuotiamo l'assegno di accompagnamento". Insomma il problema sarebbe questo ma proiettato nel futuro perché fino a fine mese l'assistenza continua con le regole conosciute.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA.



© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati