Nella zona franca urbana di Enna 197 imprese

L’annuncio del sindaco Garofalo a Ditelo a Rgs: la Regione ha accolto la nostra richiesta. Ogni azienda otterrà sgravi per 38 mila euro

Enna, Archivio

ENNA. «La Regione ha accolto la richiesta del Comune di Enna per le zone franche urbane. Sono 197 le aziende che hanno aderito al progetto». Ad annunciarlo ieri mattina a Ditelo a Rgs, durante la rubrica del sabato, «Le buone notizie del sindaco», il primo cittadino di Enna, Paolo Garofalo.

QUAL È LA BUONA NOTIZIA CHE RIGUARDA LA CITTÀ DI ENNA?
«La buona notizia riguarda le zone franche-urbane. Enna aveva partecipato al bando della Regione e adesso siamo tra i comuni finanziati. Ultimamente si è chiusa la richiesta di partecipazione delle aziende. Nella nostra città ben 197 aziende hanno chiesto di essere inserite nelle zone franche-urbane. Questo è un risultato eccezionale sia per l’amministrazione sia per la comunità ennese. 197 imprese con una ricaduta di circa 35-38 mila euro, per azienda, di sgravi fiscali. Ciò significa dare una boccata d’ossigeno a chi l’impresa l’ha spostata nelle zone franche-urbane ma anche a chi una nuova azienda la vuole aprire, a chi già ne ha fatto richiesta. Questo ha una ricaduta positiva sull’imprenditoria soprattutto giovanile e femminile che è abbastanza corposa».

SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE INTEGRALE DELL’INTERVISTA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati