Carenza di acqua a Piazza Armerina Il Comune: "Autobotti al carcere"

PIAZZA ARMERINA. La commissione Lavori pubblici batte i pugni sul tavolo e chiede ad Acquaenna di mettere mano ai disservizi in atto. Numerose segnalazioni arrivate dai cittadini a causa della mancanza di approvvigionamento idrico, ma anche disagi al carcere e in una comunità per minori. Ieri mattina l’organo consiliare ha chiesto un’immediata inversione di tendenza. «Chiediamo il rispetto della carta dei servizi, Acquaenna deve far partire subito il servizio sostitutivo di emergenza mediante autobotti, perché ci sono edifici pubblici come la casa circondariale e comunità per minori, per non parlare delle famiglie del quartiere Casalotto e della contrada Santa Croce dove non arriva l'acqua, adesso basta, il gestore deve rispettare gli impegni», spiega il consigliere Francesco Alberghina, presidente della commissione Lavori pubblici. «Abbiamo già segnalato e girato le proteste all'amministrazione, comunicando i problemi esistenti al vicesindaco Giuseppe Mattia, il quale si attiverà con i suoi canali per far presente i disagi e chiedere interventi immediati, noi ci riuniremo di nuovo come commissione il 9 giugno alle 10 e denunceremo ai dirigenti di Acquaenna queste situazioni non più tollerabili», dice Alberghina. A fare la voce forte e chiedere la fine dei disservizi anche i consiglieri Salvatore Ferrara, Andrea Velardita, Calogero Cursale e Ivan Picicuto, componenti della commissione. In contrada Santa Croce le segnalazioni sui disagi legati all'approvvigionamento idrico si rincorrono da anni, con la questione che è anche finita più volte all'esame della commissione d'indagine che si sta occupando a 360 gradi della rete idrica e fognaria della città dei mosaici. Nel quartiere Casalotto le proteste si ripetono in modo ciclico e l'auspicio è che possa partire un giorno anche in questa fetta del centro storico un intervento straordinario di manutenzione della rete idrica, così come avvenuto per i quartieri Canali e Monte, dove Acquaenna ha reso più moderni gli impianti ed eliminato gran parte delle perdite. Ro.Pa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati