Pergusa, non solo corse e motori Ora ospiterà pure i camperisti

PERGUSA. Alla fine la soluzione è arrivata. L'autodromo di Pergusa diverrà la più grande base logistica per il movimento del turismo itinerante, isolano ovvero quello dei camperisti.
Lo ha decretato martedì scorso il consiglio d'amministrazione dell'Ente Autodromo di Pergusa presieduto da Tullio Lauria che così ha dato l'ok alla proposta di convenzione del presidente dell'associazione camperisti ennesi Luigi Scavuzzo.
In pratica l'autodromo nei periodi di fermo di attività ed in particolare nei fine settimana diverrà area di sosta per centinaia e centinaia di camper che pagando un canone di sosta potranno usufruire delle infrastrutture dell'ente.
Per l'Ente autodromo così si prospetterebbe opportunità anche di natura economica. Si calcola che all'interno delle aree dell'autodromo possano sostare senza nessun problema sino a 500 camper.
E considerando che il "filone" del turismo itinerante è uno di quelli ad avere risentito in modo minore della crisi, per l'autodromo di Pergusa le prospettive in questa direzione sono molto interessanti.
In pratica l'autodromo diverrà una sorta di Hub da dove poi i camper si muoveranno ognuno per le proprie mete ma utilizzando l'autodromo come base di appoggio. La convenzione tra l'altro prevede che l'associazione camperisti promuoverà in giro per la Sicilia le attività sportive dell'ente autodromo ma anche quelle culturali che si svolgono in tutto il territorio dell'ennese.
Per l'ente autodromo di Pergusa così continua la politica di differenziazione delle attività per cercare risorse economiche che possano autofinanziare le attività e la gestione stessa dell'ente visto che ormai i contributi pubblici come quelli che sino a qualche anno fa erogava la Regione sono stati di fatto azzerati. Ri. Ca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati