Contributi a chi adotta un cane randagio: campagna a Regalbuto

Enna, Archivio

REGALBUTO. Al via il bando per la concessione di contributi per l'affidamento definitivo di cani randagi di proprietà comunale. L'iniziativa è dell'amministrazione, guidata da Francesco Bivona, che in questo modo intende anche far risparmiare l'Ente sui costi di permanenza dei cani randagi catturati nel territorio regalbutese, microcippati ed al momento ricoverati nel rifugio per cani "Dog Project" di Piazza Armerina, con cui il Comune ha stretto una convenzione. Ben definiti i requisiti dell'aspirante affidatario che deve avere compiuto il diciottesimo anno di età; è tenuto a garantire un trattamento adeguato all'animale, assicurando le previste vaccinazioni veterinarie; non deve avere subito condanne penali per maltrattamento di animali; deve acconsentire a far visionare il cane senza preavviso agli agenti di polizia municipale. Chiunque voglia, quindi, prendere un cane randagio, dovrà presentare formale domanda su un apposito modello all'ufficio Polizia Municipale per poi farsi carico delle spese per il ritiro, mentre gli potrà essere riconosciuto un contributo una tantum di 250 euro.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati