Enna, conclusi i lavori di messa in sicurezza: riaperta la strada provinciale 51

ENNA. Riaperta ieri la Sp 51, la strada di arroccamento che da Enna bassa porta al Castello di Lombardia. Come aveva assicurato l’ingegnere capo del Comune, Paolo Puleo, i lavori di messa in sicurezza del costone roccioso posto nella parte alta della strada sono stati completati entro la fine della settimana e ieri l’importante arteria è stata riaperta.
Adesso i pulmann dei turisti possono salire e scendere dalla Sp 51, meglio conosciuta come San Calogero, evitando il traffico del centro cittadino. «Ieri mattina - dice Paolo Puleo - abbiamo completato la verificare che i lavori di messa in sicurezza sono stati eseguiti e abbiamo immediatamente inviato un fax alla Provincia perchè fosse autorizzata la riapertura». L’arteria è di competenza dell’ex Provincia, è una Sp, ma il danno era nel costone di competenza del Comune. La frana ha interrotto il transito delle autovetture per almeno tre settimane e danneggiato la barriera di calcestruzzo, tondini e lamiera realizzata qualche anno fa con un intervento del Genio civile. «Non appena abbiamo ricevuto il fax del Comune - spiega Giuseppe Colajanni, dirigente tecnico della Provincia - abbiamo preparato l’ordinanza di riapertura». Quindi tutto a posto? «Sì. Il Comune ci ha assicurato che i lavori di messa in sicurezza del costone sono stati eseguiti e quindi non esiste più la pericolosità che era stata evidenziata subito dopo la frana». Per il momento tutto è a posto e la strada è percorribile. Adesso l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Francesco Nasonte, come già anticipato, sentirà l’ingegnere Puleo per capire se tutto il costone è completamente in sicurezza o se, invece, i lavori sono serviti per superare la fase di emergenza immediata ma per il futuro sono necessari altri interventi per eliminare anche il benchè minimo dubbio. Se saranno necessari altri interventi l'assessore Nasonte convocherà un tavolo tecnico alla presenza dei rappresentanti della Provincia, del Genio civile e della Protezione civile per formulare un progetto che finalmente riesca a mettere fine ai problemi del costone. «Ritengo - dice Nasonte - che la riapertura immediata della San Calogero rappresenti un fatto importante per tutta la città. In questo modo il flusso veicolare è più snello e allo stesso tempo quello turistico viene notevolmente agevolato. Siamo sempre molto attenti alle nostre arterie d’ingresso e continueremo a vigilare pronti ad intervenire qualora se ne presentasse la necessità». La riapertura riportuta un’importante alternativa agli automobilisti che intendono entrare in città evitando il traffico caotico del centro cittadino. P.D.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati