Piazza Armerina, in via Dolci parte il cantiere per la bretella

PIAZZA ARMERINA. Firmato dall'amministrazione comunale il contratto che da il via libera al prolungamento di via Danilo Dolci, la bretella di collegamento tra l'ingresso sud della città dei mosaici e la grande area residenziale di contrada Santa Croce. L'assessorato ai Lavori pubblici e l'ufficio Tecnico comunale hanno perfezionato l'accordo con la Progresso Group di Favara, l'impresa che si è aggiudicata la gara d'appalto da 800 mila euro per realizzare l'opera. Nei prossimi giorni, quindi, dovrebbe essere aperto il cantiere con cui realizzare al posto di alcuni terreni agricoli il by-pass strategico che metterà in comunicazione la contrada Scarante con via Elio Vittorini e via Danilo Dolci, alleggerendo una parte consistente del traffico in entrata dall'ingresso sud. Chi proviene dalla statale 117 Bis e dovrà recarsi nelle villette e palazzi condominiali di contrada Santa Croce, ma anche chi dovrà raggiungere Mirabella Imbaccari, la via Santa Croce e le altre contrade della zon, non sarà costretto a percorrere via Manzoni, via Machiavelli e a risalire per via Carducci, fino alla rotatoria dopo via Tomasi di Lampedusa. Svolterà molto prima a destra, salirà da via Puccini e dopo poche centinaia di metri si troverà in via Danilo Dolci, a pochi passi dal supermercato Eurospin e via Cesare Pavese. Il progetto messo a punto dall'ufficio Tecnico comunale può contare su una somma di 794 mila euro stanziata grazie ai fondi del recente decreto 36 dell'assessorato regionale alle Autonomie locali. I lavori ammontano a poco più di 450 mila euro ai quali vanno aggiunte le somme a disposizione, comprese quelle per gli espropri che ammontano a oltre 136 mila euro. La strada, lunga circa 400 metri, prevede due tratti con pendenze diverse, il primo dalla via Manzoni agli alloggi della cooperativa "Nuovo Vivere", il secondo fino all'incrocio tra via Vittorini e via Dolci, in prossimità degli alloggi sociali della cooperativa Aurora. L'amministrazione comunale spera di poter sbloccare l'altro cantiere, quello di ammodernamento della via Manzoni, già finanziato e appaltato, ma con varie contestazioni da parte di alcune imprese che sono finite davanti all'autorità di Vigilanza sugli appalti. Chiesto un parere dall'amministrazione ad un consulente sull'intricata procedura di gara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati