Enna, Archivio

Enna, quasi mille nuove matricole alla Kore

ENNA. Sono 960 i nuovi immatricolati  all'università Kore di Enna contro gli 826 dello scorso anno. Lo  ha comunicato, nel corso di una conferenza stampa il rettore  Giovanni Puglisi, confermando che Enna si attesta come  l'università della Sicilia centrale. La maggior parte degli  studenti provengono da Caltanissetta seguita da Enna, Catania,  Siracusa e Agrigento. Puglisi ha anche annunciato che presto  l'università acquisirà i locali del liceo linguistico, passato  da provinciale a statale, che aggiunti alla biblioteca in fase  di costruzione completeranno una sorta di campus universitario.  Tra le novità annunciate anche il cambiamento del corso di  laurea di Scienze della Sicurezza in «Diritti umani e sicurezza  dei territori», l'unico in Italia, e quello di Archeologia in  «Studi letterari e beni culturali». «Dobbiamo prepararci a  fronteggiare con personale specializzato - ha spiegato il  rettore - questa emergenza umanitaria di migranti che arrivano  da ogni dove. Abbiamo anche pensato che un corso che si occupa  invece che di soli beni archeologici ma, piuttosto, di beni  culturali in genere sia più appropriato alla vocazione della  Sicilia». Puglisi ha anche detto che attraverso la Fondazione  Sicilia, ma sempre in collaborazione con la Kore, ha affidato  all'ex ministro Francesco Rutelli l'incarico di studiare un  piano di rivalutazione dell'area ennese, di Piazza Armerina e  Morgantina e del calatino. Sull'istituzione della facoltà di  Medicina, Puglisi ha osservato: «A Caltanissetta c'è un polo che  fa capo a Palermo. Noi siamo disponibili eventualmente ad  accogliere questo ma siamo anche aperti alla proposta della  Fondazione Proserpina sull'istituzione di una Facoltà ex novo.  La parola ora passa a Roma». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati