Cambiano i dirigenti comunali a Piazza Armerina,
Pascolato alla guida della Ragioneria

Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Terzo ragioniere capo in meno di un anno, settore Tributi diviso da quello Economico-finanziario e conferma alla guida della Protezione civile del geologo Mauro Mirci, dopo le sue dimissioni presentate in seguito ai forti contrasti con l'assessore all'Urbanistica Pippo Oliveri.
Nominati con provvedimento del sindaco Filippo Miroddi i dieci dirigenti comunali, anche se in realtà si tratta più precisamente di "titolari di posizione organizzativa", non essendoci qualifiche dirigenziali nella macchina comunale piazzese.
Nuovo cambio alla guida del delicato settore che tiene i conti comunali, la Ragioneria viene assegnata al funzionario Maria Rosa Pascolato, ex responsabile del settore Sport, spettacolo e turismo fino a qualche mese fa.
La nomina arriva dopo la decisione del suo predecessore, Giuseppe Baiunco, di non riuscire a poter cumulare i pesanti incarichi della Ragioneria e del settore Tributi.
I due settori sono stati scorporati: il primo va alla Pascolato, il secondo a Baiunco. Importante conferma per il geologo Mirci al timone della Protezione civile e delle Politiche ambientali, proprio in un delicato momento di transizione nel settore della gestione dei rifiuti.
Il dirigente, in seguito a pesanti contrasti con l'assessore Oliveri, aveva deciso di presentare le proprie dimissioni con una missiva riservata inviata a Sala delle Luci. I rapporti tra l'amministratore e il funzionario non sembrano idilliaci, ma il sindaco Miroddi ha deciso di rinnovare la fiducia al dirigente, di fatto chiedendo al suo assessore e al funzionario di provare a remare nella stessa direzione.
L'ingegnere Mario Duminuco confermato ai Lavori pubblici e urbanistica, il comandante della Polizia municipale Paolo Gabrieli ai Vigili urbani, affari legali, contenzioso, Giuseppe Notaro alle Politiche sociali, l'ex ragioniere capo Alfonso Catalano confermato al settore Microcredito, fondi europei e allo sportello unico per le attività produttive. Responsabile dei Beni e politiche culturali sarà il funzionario Assunta Parlascino, mentre la collega Elvira Di Carlo guiderà lo Stato civile. Gli Affari Generali, infine, al vicesegretario Giuseppe Buscemi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook