Ticket, mense e scuolabus: il Comune di Enna detta il piano dei costi dei servizi per la scuola

ENNA. Nell'ambito della ridefinizione delle tariffe l'amministrazione comunale, con la delibera n. 256 del 29 agosto scorso, ha definito anche il costo dei servizi nelle scuole. Per quanto riguarda la mensa scolastica sono sgravate di ogni costo le famiglie che hanno redditi al di sotto della soglia Isee di 7.500 euro. Al di sopra e fino a 15 mila euro c'è un ticket giornaliero da pagare, per ogni bambino, di un euro e 25 per la scuola primaria e secondaria di primo grado, mentre per la scuola per l'infanzia tale ticket scende a un euro. Per le famiglie invece che superano la soglia reddituale Isee di 15 mila euro il ticket arriva a 2 euro e 50 centesimi per la scuola primaria e secondaria di primo grado, invece per la scuola per l'infanzia il costo è di 2 euro. Stabilito anche il costo di frequenza negli asili nido per i bambini che vanno dai 3 mesi ai 3 anni. Per redditi inferiori a 7 mila euro il ticket è di 70 euro, per chi arriva a somme reddituali che non superano i 15 mila euro il costo verrà calcolato nell'1,1 per cento del reddito Isee. Per i redditi che superano i 15 mila euro ma non arrivano a 25 mila euro ci sarà da pagare 170 euro. Da tale ultima soglia fino a 30 mila euro ticket di 260 euro e infine per redditi superiori a 30 mila euro contributo individuale di 350 euro. Sono state previste anche delle riduzioni. Ecco quali: 25 per cento per il secondo figlio, 40 per cento per il terzo e 60 per cento per il quarto e oltre. Definiti pure i costi di partecipazione delle famiglie per l'utilizzo dello Scuolabus che è gratuito per gli alunni scuole primarie. Per i ragazzi residenti nelle contrade Ferrante, Sant'Anna e Santa Lucia, area Enna bassa, iscritti nella scuola elementare Neglia, la compartecipazione alla spese è definita in ragione alla dichiarazione dei redditi della famiglia secondo il sistema Isee. Per redditi fino a 6 mila euro il trasporto è gratuito; al di sopra e fino a 24 mila euro la compartecipazione verrà conteggiata avendo riguardo dell'uno per cento dell'Isee. Per redditi che superano i 24 mila euro l'anno il ticket è di 300 euro. Previste le riduzioni del 25 per cento per il secondo figlio, del 40 per cento per il terzo e del 60 per cento per il quarto ed oltre. Intanto nei giorni scorsi l'assessore ai Lavori pubblici Francesco Nasonte ha annunciato l'arrivo di un finanziamento di 188 mila euro per la messa in sicurezza di due scuole elementari. Infatti recentemente il ministero delle Infrastrutture ha finanziato un intervento di 90 mila euro per la scuola elementare De Amicis situata ad Enna alta nel viale Diaz e un secondo intervento di 98 mila euro per la scuola elementare della frazione di Pergusa. "Abbiamo - dice Nasonte - già ricevuto i due decreti di finanziamento". Non solo ma il Comune ha pure varato un intervento complessivo per l'installazione di pannelli fotovoltaici ed ha previsto l'installazione della struttura per la produzione di energia alternativa anche nella scuola elementare Francesco Paolo Neglia di Enna bassa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati