Enna, crisi al Dittaino: licenziamenti per 25 lavoratori

Venticinque licenziamenti alla «F. e S. Logistica srl» per la perdita di un sub appalto nella movimentazione merci all’area industriale del Dittaino. La Filt Cgil: impugneremo i provvedimenti

ENNA. La società comunica che dal 15 settembre cesserà il loro rapporto di lavoro e i dipendenti entrano in stato di agitazione mentre il sindacato chiede un immediato incontro di conciliazione davanti gli organi competenti. Succede nell'area industriale di Dittaino dove alcuni giorni fa ai 25 lavoratori della F. e S. Logistica Srl, società che ha in gestione la movimentazione merci della piattaforma di distribuzione della Ce. Di. Lillo Spa e L. & S. Group (società della grande distribuzione organizzata che gestiscono in Sicilia i Discount Md), è stata comunicata con lettera la cessazione del rapporto di lavoro collettivo dal prossimo 15 settembre. La giustificazione è legata alla crisi economica e quindi alla cessazione del rapporto di sub appalto della F. e S. Logistica Srl. Sia da parte dei sindacati che degli stessi lavoratori vengono fortemente contestate sia le motivazioni della cessazione del rapporto di lavoro che le modalità su come è avvenuto il provvedimento di preavviso di licenziamento che a detta degli stessi lavoratori e delle parti sociali non è a norma delle leggi vigenti. E difatti la Filt Cgil attraverso il suo segretario provinciale Pino Parisi, ha già comunicato sia all'azienda che agli organismi competenti di aver impugnato il provvedimento di preavviso di licenziamento chiedendo l'immediata costituzione di un collegio di conciliazione ed arbitrato all'ufficio provinciale del lavoro. Ma intanto i lavoratori non ci stanno minimamente a rimanere con le mani in mano e non vogliono perdere tempo ed a prescindere dai vari passaggi istituzionali che devono essere consumati mercoledì scorso hanno proclamato autonomamente lo stato di agitazione chiedendo un incontro urgente sia con i vertici della società da cui dipendono che anche di quella che assegna l'appalto per capire il perchè di questo provvedimento di licenziamento che a loro dire è assolutamente immotivato. «Un licenziamento che non ha senso sia nel merito che nel metodo - commenta Parisi - la Filt Cgil è a fianco dei lavoratori portando avanti tutte le iniziate previste a norma di legge a difesa del posto di lavoro. Siamo infatti in attesa che venga convocato il tavolo di conciliazione». (*RICA*)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati