SERIE D

Leonfortese, per la capolista rispetto ma non paura

I biancoverdi affronteranno domenica in casa la blasonata Akragas. Il centrocampista Maiko Candiano: «Sono favoriti, ma noi non abbiamo nulla da perdere»

Sono giorni di lavoro, fisico e mentale, per la Leonfortese di mister Gaetano Mirto. Il gruppo biancoverde affronterà domenica in casa per la terza giornata del campionato di serie D, la capolista Akragas, formazione che più di tutte è accreditata per la vittoria finale del massimo torneo dilettantistico. Ma in casa leonfortese non c'è di certo paura ma soltanto rispetto per un avversario ben abituato ai palcoscenici della categoria. I ragazzi di mister Mirto dalla loro parte avranno di certo il sostegno del pubblico casalingo che quest'anno più che mai inciterà la squadra nella nuova avventura. La Leonfortese è anche reduce dal bel successo meritato di domenica in casa per 2-0 (reti di Caputa e Candiano) contro l'Agropoli al termine di un match praticamente perfetto sotto tutti i punti di vista e senza nessuna sbavatura.
Intanto, capitan Di Peri e compagni stanno lavorando sodo da martedì pomeriggio per farsi trovare pronti al delicato appuntamento. Mercoledì sera invece giocatori, dirigenti, allenatore e vice ma anche lo stesso presidente Nuccio Buono erano tutti insieme in un pub del centro in un momento di relax importante anche per allentare la tensione in vista della gara di domenica contro l'Akragas.
Sulla recente sfida di domenica scorsa contro i salernitani, il tecnico Gaetano Mirto si è detto soddisfatto dalla buona prestazione dei suoi ragazzi chiamati ad una netta reazione dopo il ko alla prima stagionale in casa del Comprensorio Montalto. Anche il centrocampista Maiko Candiano, in rete nel secondo tempo, ha espresso parole di elogio per il nuovo gruppo che si è già messo in moto. «Contro l'Agropoli - spiega il giocatore - siamo stati squadra e questo ci ha portato a vincere la partita. Sono felice per la rete ma soprattutto perché abbiamo vinto una partita importantissima. Adesso però, è tempo di pensare già alla prossima sfida, ancora in casa e contro l'Akragas. Ritengo - conclude - che gli agrigentini siano favoriti per la vittoria del campionato ma noi li affronteremo con rispetto e coraggio, non avendo nulla da perdere».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X