IL CASO

Piazza Armerina, ancora polemiche per il "palazzo dei migranti"

di
È rottura tra Prefettura e comitato civico del quartiere Santa Croce» sull'accoglienza di cento profughi in un intero palazzo

PIAZZA ARMERINA. È rottura tra Prefettura e comitato civico «Legalità Quartiere Normanni Santa Croce» sull'accoglienza dai 100 migranti in un palazzo condominiale. L'incontro a Enna tra la massima autorità di governo a livello provinciale, il prefetto Fernando Guida, e la delegazione di cittadini che rappresenta un movimento con decine e decine famiglie, si è risolto in un nulla di fatto. I migranti arriveranno lo stesso, lo assicura la Prefettura. Ma i residenti di via Leonardo Da Vinci temono «gravi ripercussioni per l'ordine pubblico e la sicurezza dei residenti». Adesso le famiglie di contrada Santa Croce sono pronte alla protesta dura.

«Siamo pronti alle barricate, le nostre istanze sono state totalmente ignorate dalla Prefettura, con o senza l'appoggio delle istituzioni e della politica noi andremo avanti nella nostra protesta e contrarietà all'arrivo dei migranti», spiega Davide Careri, presidente del comitato. Presenti all'incontro anche il sindaco Filippo Miroddi e il deputato regionale Luisa Lantieri, componente della commissione regionale Antimafia, il presidente della commissione consiliare Sanità Concetto Arancio e il componente Ivana Terranova.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X