SICUREZZA

Strade provinciali di Enna ridotte a un colabrodo: vertice a Palermo

di
L’incontro voluto dall’assessore regionale alla Viabilità: si stilerà un elenco di interventi seguendo un ordine di priorità

ENNA. Questa mattina a Palermo nella sede dell'Urps, Unione delle Province, vertice sulle strade provinciali. L'incontro al quale parteciperanno il commissario straordinario della Provincia Antonio Parrinello e il dirigente del settore Viabilità Giuseppe Colajanni è stato promosso dall'assessore regionale alla Viabilità Giovanni Pizzo e convocato dal presidente dell'Urps Giovanni Avanti. L'obiettivo è monitorare le emergenze che interessano le strade provinciali secondarie della Sicilia. Nel territorio ennese tale emergenza è diffusa e l'ex Provincia non ha in cassa nemmeno le somme per l'ordinaria manutenzione. Prima di arrivare alla riunione Pizzo ha incontrato, settimana scorsa i vertici dell'Anas, del Consorzio autostrade, dell'Anci e dell'Urps. Un dialogo a trecentosessanta gradi per decidere quali interventi apportare nell'immediato per assicurare sicurezza alla viabilità provinciale dell'isola. Quindi questa mattina verranno poste sul tavolo le segnalazioni, territorio per territorio, al fine di mettere su carta un piano dettagliato di interventi per la manutenzione e la messa di sicurezza delle strade.

È chiaro che l'elenco degli interventi verrà redatto secondo un ordine di priorità oggettiva. Saranno quindi gli uffici dell'assessore regionale alla Viabilità ad esaminare le varie esigenze e a stilare l'elenco. Capitolo a parte per la Nord-Sud dove l'assessore Pizzo ha intenzione di utilizzare immediatamente 69 milioni di euro. Somme residue della programmazione Anas. La Nord-Sud, la dorsale che non appena completa andrà a collegare Gela a Santo Stefano di Camastra, avvicinerà le zone interne alle coste permettendo processi di sviluppo oggi solo immaginati. Intanto pur con somme in bilancio veramente esigue continua l'attività dell'ex Provincia tentando di dare sfogo alla progettazione e alle idee messe in cantiere negli anni passati. L'ente oggi guidato da Antonio Parrinello continua a puntare sul binomio sport e natura, che fa tanto richiamo e con le presenze che fanno sviluppo.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X