TRIBUNALE

«Atti sessuali su minori», docente condannato a Regalbuto

di
L'anziano è stato condannato al risarcimento dei danni alle famiglie che si sono costituite parte civile. È un incensurato, la pena è stata sospesa

REGALBUTO. I genitori di due studentesse giovanissime gli avrebbero affidato le proprie figlie per alcune lezioni private e lui, un settantenne, ne avrebbe approfittato, baciandole e accarezzandole. Adesso quell'uomo è stato condannato a 1 anno e 8 mesi di reclusione. L'accusa è stata derubricata da violenza sessuale aggravata in atti sessuali con minore e all'imputato, che è difeso dagli avvocati Vito Felici e Emanuele Limuti, sono state concesse la sospensione condizionale della pena e l'attenuante specifica che si applica ai casi riconosciuti dal giudice di «minore gravità».

La sentenza di primo grado è stata emessa ieri dal Gup di Enna Luisa Maria Bruno, al termine del processo che si è svolto con la formula del rito abbreviato, condizionato all'escussione di alcuni testimoni della difesa e all'acquisizione di atti. L'anziano è stato condannato al risarcimento dei danni alle famiglie che si sono costituite parte civile, assistite dagli avvocati Fabrizio Siracusano, Maria Licata e Mattia Serpotta, «nella misura che sarà liquidata nella competente sede civile». L'inchiesta, svolta dai carabinieri della compagnia di Nicosia, è stata coordinata dai Pm Fabio Scavone e Anna Granata. L'insegnante è un incensurato, indagato a piede libero e mai destinatario di alcun tipo di provvedimento cautelare, nel corso dell'inchiesta, che si è chiusa già da tempo, tanto che al 10 ottobre del 2013 risale la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X