EMERGENZA

Partoriente bloccata in auto dalla neve a Enna, arriva in ospedale grazie alla Finanza

di
Il passaggio provvidenziale di un «suv» delle Fiamme Gialle ha permesso l’immediato soccorso

ENNA. Non appena ha avuto le doglie si è messa in macchina per andare in ospedale a partorire, ma la macchina che la stava accompagnando è rimasta impantanata nella neve. Sono stati gli uomini della Guardia di Finanza e salvare una donna tunisina, che mercoledì pomeriggio è stata accompagnata all'ospedale a Enna bassa da un'auto di servizio delle Fiamme Gialle, un suv quattro per quattro che sulla neve non ha problemi di tenuta di strada. L'episodio risale all'altro ieri sera, durante la fase più acuta della nevicata cha ha investito Enna.

La donna, di nazionalità tunisina, è a casa. Sente che sta accadendo qualcosa, perché ha i primi sintomi delle doglie e lo dice ai parenti. Si mette in macchina per raggiungere rapidamente l'Ospedale Umberto I. L'auto parte ma riesce a muoversi solo per poco. C'è neve dappertutto. Giunta sulla strada comunale Monte Cantina la vettura si blocca. Altri automobilisti, si apprenderà in seguito, hanno dovuto rinunciare ad uscire per via della neve. Ma è proprio in quel momento, quando la situazione inizia a farsi preoccupante, che passa l'auto a quattro ruote motrici della Finanza. Intravedendola, il compagno della giovane scende dalla macchina. Indica l'emergenza ai finanzieri che accostano. I due uomini a bordo, il vicebrigadiere Calogero Gennaro e l'appuntato scelto Giovanni Savoca, entrambi in forze alla compagnia di Enna della Guardia di Finanza, si mettono subito a disposizione per la salute della donna e del suo piccolo.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X