POLSTRADA

Si imbottisce di alcool e provoca incidente in autostrada: denunciato un cinese a Catenanuova

di
Sono state impiegate dieci pattuglie dislocate nelle arterie di Piazza Armerina e Barrafranca

CATENANUOVA. Alza il gomito e provoca un incidente per fortuna senza feriti ma il cinese alla guida è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e la sua patente ritirata perchè il tasso superava i limiti consentiti. E ieri gli agenti hanno fermato bel 115 veicoli ed effettuato un controllo straordinario rivolto a limitare le infrazione al codice della strada. L'altro ieri, il personale della polizia di Stato del Distaccamento di Catenanuova, intervenuto sull'autostrada A/19 Palermo-Catania, nei pressi dello svincolo di Motta Santa Anastasia, a seguito della segnalazione di un incidente stradale autonomo senza feriti, si è accorto dell'alito vinoso sottoponendo ad alcol test l'autista.

Il conducente, D.X. 43 anni, cittadino cinese residente a Sciacca (AG), veniva sottoposto a controllo alcolemico a mezzo di apparecchiatura in dotazione alla pattuglia al fine di accertare l'eventuale assunzione di bevande alcoliche. Risultato positivo, ha evidenziato un tasso alcolemico pari a 1,26 g/l, pertanto, oltre il limite consentito. Motivo per cui veniva denunciato alla Procura della Repubblica per guida in stato di ebbrezza, la patente di guida gli veniva ritirata ai fini della sospensione ed il veicolo sottoposto alla sanzione accessoria del fermo amministrativo. Ieri mattina, invece, la Polizia di Stato - sezione Polizia Stradale di Enna ha attuato un dispositivo speciale di controllo, disposto dal Compartimento polizia stradale di Catania d'intesa con la Questura di Enna, che ha interessato i Comuni di Piazza Armerina e Barrafranca.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X