CARABINIERI

Furti di rame a Nicosia, smascherata una banda di rumeni: 4 arresti - Video

NICOSIA. I Carabinieri della Compagnia di Nicosia hanno arrestato, nella notte, quattro rumeni accusati di far parte di un'associazione per delinquere finalizzata ai furti e alla ricettazione di rame. Altre otto persone risultano indagate nell'ambito della stessa inchiesta. L'operazione, coordinata dalla Procura della Repubblica di Enna, ha consentito di disarticolare l'organizzazione che, tra il 2013 e il 2014, avrebbe compiuto numerosi furti di rame a danno della Società Enel distribuzione spa, in diverse provincie della Sicilia.

Il riciclaggio del rame avveniva attraverso persone del messinese. La banda avrebbe avuto la sua sede operativa a Caltanissetta. È in corso anche il sequestro di 13 autovetture di grossa cilindrata che secondo gli investigatori sarebbero provento dell'attività delittuosa.

Gli arrestati sono Valentin Alin Mateiuc, 28 anni,Constantin Nitii 26 anni, Cezar-Vasile Botezatu 35 anni e Gabriel Vicol Mihai 26 anni. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al furto aggravato, ricettazione. "L'operazione ha permesso la disarticolazione di una tra le bande più organizzate della Sicilia - affermano gli investigatori - dedite ai furti di rame, diventati orami un fenomeno criminale dilagante e di elevato allarme sociale come di recente, ad Agrigento, evidenziato dal ministro degli Interni Angelino Alfano".

Sono state anche sequestrate alcune automobili e due autocarri: Bmw x5 3.0 d - Chrysler grand voyager 2.5 td - Fiat bravo - Lancia thesis 2.4 jtd - Audi a6 2.5 v6 tdi - Bmw serie5 530d - Audi a4 1.9 tdi - Honda cb 600f hornet - Opel tigra - Autocarro fiat 35 - Autocarro Mercedes sprinter

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X