IL CASO

Troina, tagliato il collegio: rimane solo un revisore

di

TROINA. Svolta al risparmio sul fronte della revisione dei conti, il consiglio comunale rinuncia al Collegio e si esprime per la nomina di un unico revisore. La decisione consiliare, su proposta del presidente del consiglio Alfio Giachino, porterà all’ente comunale un risparmio di 45 mila euro per il prossimo triennio. L’incarico è stato affidato a Salvatore Leanza, riconfermato revisore dei conti per il triennio 2015/2018. Leanza, quarantenne, è commercialista e revisore contabile è ha nel curriculum un master su terzo settore e sviluppo locale nel Mediterraneo. Il mandato triennale del collegio dei revisori dei conti era scaduto a gennaio scorso gennaio e nel rinnovarlo, visto che quella dei revisori è una funzione obbligatoria per legge, il consiglio comunale, avvalendosi delle possibilità offerte dalla normativa ha voluto operare una scelta che andasse a fare risparmiare l’ente.

«Probabilmente per l’ultima volta – spiega il presidente del consiglio Alfio Giachino - sarà il consiglio a nominare questo importante organo. Il cambiamento del quadro normativo, porterà sicuramente a una designazione attraverso il meccanismo del sorteggio. Nel resto d’Italia, già con la legge finanziaria del 2006 – ricorda Giachino - per i Comuni al di sotto dei 15 mila abitanti si imponeva il ricorso al revisore unico». In Sicilia, che è ha statuto speciale, si è invece andati avanti con il Collegio pensando che la norma nazionale andasse recepita da un’apposita legge regionale. Troina, invece, è andata in controtendenza.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X