L'EMERGENZA

Rifiuti, ad Enna un vertice in prefettura per la discarica di Cozzo Vuturo

di

ENNA. Esiste una remota possibilità che la discarica di Cozzo Vuturo chiusa ormai da 3 anni possa in parte riaprire. Ma a patto che però i comuni che vi conferiscono i rifiuti mettano mano al portafoglio. Ma la possibilità sarà valutata nel prossimo incontro in prefettura il 26 febbraio. Questa novità è scaturita fuori giovedì scorso al termine dell'incontro che una delegazione ennese di rappresentanti di istituzioni e sindaci con in testa il Prefetto Fernando Guida ha avuto a Palermo con l'assessore regionale all'Energia Vania Contraffatto ed il direttore del Dipartimento regionale acque e rifiuti.

Per la delegazione ennese oltre che il prefetto il presidente e vice della Srr Sebo Leanza e Francesco Bivona, il rappresentante legale della società Ennaeuno in liquidazione Antonino Di Mauro, il commissario straordinario inviato dalla regione nella stessa società Eugenio Amato, il sindaco di Enna Paolo Garofalo. Da pare del Prefetto è stata posta sul tavolo la necessità di intervenire immediatamente per a riapertura della discarica e messa in sicurezza della vasca B-1 nelle more che venga realizzato l'intervento di riconversione del sito per 15 milioni di euro. Ma alla richiesta di effettuare gli interventi di circa 1 milione di euro per la messa in sicurezza, dall'assessore Contraffatto è stato risposto che la Regione non ha le risorse finanziarie. L'unica strada percorribile a questo punto sembrerebbe quella proposta dal sindaco di Enna, ovvero l'intervento finanziario dei Comuni in quota parte ma con particolari autorizzazioni vista la somma urgenza, da parte degli organismi competenti.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X