PROSTITUZIONE

Night club a luci rosse a Bologna, in manette due ennesi

di

ENNA. Avrebbero adibito un circolo ricreativo della bassa Bolognese a «casa di prostituzione», dove sarebbero state indotte a vendere il proprio corpo delle giovani provenienti da Cuba, dalla Romania, dall'Ungheria e dalla Repubblica Domenicana. Per questo sono stati arrestati due ennesi emigrati in Emilia Romagna, Angelo Demetrico, 65 anni, che vive a Castelmaggiore, e Mario Vedelina, 54 anni, che invece risiede a Poggio. Il primo sarebbe stato il titolare e presidente del circolo privato, mentre il secondo avrebbe ricevuto dai clienti gli incassi delle prestazioni sessuali. Il circolo «La Cueva» di San Venanzio di Galliera, secondo il Pm Beatrice Ronchi, che ha coordinato l'inchiesta dei carabinieri, sarebbe stato un luogo dove si esercitava la prostituzione.  Per questo ha chiesto al Gip tre arresti: due riguardano gli ennesi e il terzo una donna, la venticinquenne romena Alina, che però sino a ieri era ancora ricercata.  L'indagine è stata condotta dai carabinieri di Poggio Renatico e dal Norm di Cento. Le accuse, contestate a vario titolo agli indagati, vanno dal favoreggiamento allo sfruttamento e all'induzione alla prostituzione.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X