IL CASO

Enna, 6 milioni da dare all'azienda rifiuti: si rischia l'emergenza

di

ENNA. Per recuperare i soldi per pagare i lavoratori e per fare andare avanti il servizio di raccolta dei rifiuti i sindaci si auto diffidano. E' quanto accade nel settore rifiuti dove ieri mattina l'assemblea dei soci ovvero gli stessi sindaci della società d'ambito in liquidazione dell'Ato Ennaeuno convocata dal rappresentante legale della società Antonino Di Mauro, ha deliberato di dare mandato al commissario straordinario inviato dalla Regione Eugenio Amato di diffidare quei comuni che non hanno ancora saldato a Ennaeuno quanto dovuto per il servizio ricevuto. E la somma che ancora molti comuni devono dare a Ennaeuno tra 2013 e 2014 ammonta a circa 6 milioni di euro. Solamente incassando questi soldi si potrà saldare il debito con i lavoratori del settore in particolare gli amministrativi e e dei servizi provinciali che vantano metà quattordicesima 2014, il saldo di dicembre e gennaio e febbraio 2015.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X