TRIBUNALE

Pressioni per una multa ad Agira, magistrato a giudizio

di

NICOSIA. Minacce a due agenti della Polstrada di Nicosia per cercare di costringerli ad omettere un atto del loro ufficio. Con questa accusa, per fatti verificatisi ad Agira il 17 febbraio 2013, un giudice è sotto processo. Contattato telefonicamente il magistrato non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Nessuna dichiarazione nemmeno dal suo legale, l’avvocato Gaetano Giunta. Sulla base dell’impianto accusatorio il magistrato è «imputata del reato di cui agli articoli 336 e 61 numero 9 del codice penale per avere usato minaccia nei confronti degli assistenti di P.S. S.L e D.R., per costringerli ad omettere un atto del loro ufficio, quale l’elevazione di una contravvenzione al codice della strada, contestati ad una sua parente, asserendo « di essere stanco della situazione e che avrebbe preso provvedimenti nei confronti degli agenti accertatori e dell'ufficio di appartenenza e che con la Polstrada di Nicosia aveva un conto aperto».

ALTRE  NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X