OPERAZIONE MEDUSA

Enna, la droga venduta pure in un bar ed in un pub

di

ENNA. Avevano patteggiato un'accusa di detenzione ai fini di spaccio i coniugi di Piazza Armerina Gaetano Vincifori e Virginia Rocca, la coppia da cui sono partite le indagini che hanno portato all'operazione antidroga «Medusa», condotta dalla Squadra Mobile di Enna, che ha portato a 9 arresti per traffico di marijuana e cocaina tra Agira e Piazza Armerina.  I coniugi piazzesi erano stati arrestati nel marzo del 2013, dopo che, secondo gli inquirenti, avevano preso un appuntamento per la cessione di una partita di droga. La polizia li intercettò mentre erano in possesso di tre involucri di cellophane, per un totale di 143 grammi di marijuana. Nella perquisizione, poi, è stato trovato un altro involucro di carta stagnola contenente nove grammi lordi di marijuana e una bilancia adoperata per pesare lo stupefacente.

E in quel caso, per quello specifico episodio, la coppia - che è oggi indagata per più casi avvenuti in un determinato periodo oggetto di indagine - patteggiò 1 anno e 10 mesi, pena che dovrà essere ridotta per l'abolizione della legge "Fini-Giovanardi". I due sono difesi dagli avvocati Sinuhe Curcuraci e Nino Cammarata. Oggi la Rocca sarà interrogata al carcere Pagliarelli di Palermo, dove è detenuta, per rogatoria. Il Gip Luisa Maria Bruno, che ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei nove, interrogherà oggi a Caltanissetta Giuseppe Cuccia, che è difeso dagli avvocati Danilo Tipo e Giorgio Antoci.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X