DOPO DUE ANNI

Perde la causa e spara al rivale accecandolo, la Cassazione lo condanna: un arresto a Nicosia

NICOSIA. Perde una causa civile e spara al rivale accecandolo, e una volta condannato in via definitiva dalla Cassazione è arrestato dai carabinieri. In manette per tentato omicidio plurimo, danneggiamento e diffamazione è finito il pensionato Santo Di Bella, 69enne, di Sperlinga ma domiciliato a Nicosia, in provincia di Enna. L'uomo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale presso la Corte d'Appello di Caltanissetta - Ufficio esecuzioni penali, in quanto condannato in via definitiva alla pena di 10 anni, oltre le pene accessorie. E considerato il periodo già trascorso in carcere, dovrà adesso scontare 8 anni 5 mesi e 25 giorni di reclusione. I fatti risalgono a due anni fa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X