IL CASO

Enna, si allaccia alla rete idrica nel 2014 ma paga anche gli anni precedenti

di
Sembra che la legge consenta l’addebito anche per chi non era utente

ENNA. Spunta pure il paradosso dentro le infinite polemiche sollevate in tutta la provincia dalla decisione di AcquaEnna di mettere in fattura le partite pregresse. Gli utenti pagano il mancato guadagno, dovuto ai minori consumi, che l'azienda si attendeva. E bene precisare che le partite pregresse si riferiscono agli anni che vanno dal 2005 al 2010. Succede quindi che a fine 2014 un nuovo utente attiva un contatore.

A marzo la batosta della bolletta. «L'attendevo - dice il sottoscrittore del contratto che però vuole rimanere anonimo - ed ero anche consapevole che mi avrebbero fatturato una cifra abbastanza alta. Sono rimasto allibito per altro».  Cosa? «Nella fattura trovo conteggiate circa 40 euro per partire pregresse. Ho protestato ad Acqua Enna e il dipendente gentilmente mi ha fatto notare che era tutto in regola e mi ha riempito di circolari e leggi. L'Ato idrico ha approvato e loro mettono in fattura il costo».

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X