SANITA'

Pediatria nel nuovo padiglione a Enna ma i problemi restano

di

ENNA. Rientrata l'emergenza nel reparto di Pediatria, per i piccoli pazienti nessuna lunga trasferta se non un piccolo trasferimento dalla vecchia alla nuova ala dell’Umberto I. E i genitori tirano tutti un sospiro di sollievo. Ma a parte il trasferito alla quinto piano (quello giallo) del nuovo padiglione, le condizioni del reparto restano più o meno invariate: un solo medico di turno. Infatti attualmente in servizio c'è solo una dottoressa incaricata (dei tre previsti) che spesso, come raccontano i genitori in reparto, si sobbarca 12 ore di lavoro (quando è anche reperibile).

Ciononostante i bambini che pervengono in ospedale, attualmente sono sette, sono regolarmente ricoverati (se necessita) e ricevano tutte le assistenze necessarie in particolar modo nelle ore diurne. I genitori presenti ringraziano infatti il personale medico ma soprattutto infermieristico per lo sforzo che fanno ogni giorno anche se avrebbero un appunto da fare sul sovraffollamento nelle stante: «Ci chiediamo – dice una mamma mentre accudisce il suo bambino – come mai la direzione ha concesso solo tre stanze al reparto di pediatria? Andava considerato che per ogni bimbo nella stanza c’è un genitore che rimane con il proprio figlio e lo spazio è piuttosto ridotto».

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X