DOPO LE MINACCE

Troina, prorogata la scorta per il sindaco

di
Il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica ha deciso di innalzare il livello di protezione per Venezia. Sarebbe finito nel mirino delle cosche mafiose

TROINA. È stata confermata “fino a nuovo ordine”, dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, l’assegnazione della scorta al sindaco di Troina Fabio Venezia, inizialmente disposta fino al 31 marzo. E inoltre, in attesa che sia pubblicato l’esito dei lavori della commissione prefettizia d’inchiesta sull’Azienda Silvo-Pastorale, che indaga su possibili infiltrazioni mafiose, il livello della scorta potrebbe essere addirittura innalzato.

La notizia trapela da fonti vicine al primo cittadino, che dal canto suo si limita a confermare la notizia della proroga e a non commentare le notizie che riguardano la sua sicurezza. L’amministrazione comunale troinese, in pochi mesi, ha contribuito alla costituzione di un’associazione antiracket, ha dato la possibilità a imprenditori, artigiani e agricoltori di installare, con un contributo dell’ente, videocamere di sorveglianza; imprimendo una forte impronta di legalità, in prima linea contro la mafia. Per questo ha ricevuto minacce, indirettamente, da alcuni mafiosi dell’area dei Nebrodi. «Questo territorio – spiega il sindaco Venezia – per tanto tempo è stato terra di nessuno. Questo ha consentito alla criminalità rurale di gestire i propri interessi economici».

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X