RIFIUTI

Nicosia, la discarica senza pace: aperta una nuova indagine

di
Ai danni di sempre si aggiunge una consistente frana nella prevasca che, come ormai succede da anni è piena di liquido: e ogni bonifica diventa proibitiva .

NICOSIA. Peggiora il dissesto ambientale della discarica comunale, dismessa da quasi dieci anni, di contrada San Giovanni – Canalotto. Ai danni di sempre si aggiunge una consistente frana nella prevasca che come ormai succede da anni è piena di liquido. La bonifica del sito rimane bloccata dai sigilli apposti alla discarica su delega della magistratura. Ma le indagini che hanno coinvolto e coinvolgo il sito, dismesso, di stoccaggio dei rifiuti nicosiano non sono le uniche. Infatti circa tre anni fa l’allora Procura di Nicosia ha avviato una serie di indagini sui diversi siti delle discariche ubicate nella zona nord della Provincia. Indagini che adesso, con il coordinamento del sostituto procuratore Fabio Scavone che a suo tempo le avviò, vengono portate avanti dalla Procura di Enna.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X