LAVORO

Cantieri di servizi fermi nell'Ennese, la Uil: «In ritardo molti Comuni»

di
Il segretario regionale del settore precari della Uil invita gli enti a presentare la documentazione

ENNA. Buona parte dei comuni interessati ad oggi non sono pronti per presentare le istruttorie all'assessorato regionale competenze per la richiesta dei fondi per l'avvio dei soggetti impegnati nei cantieri di servizio. L'allarme viene lanciato dal segretario regionale del settore precari della Uil, l'ennese Calogero Falcone. «Da una verifica fatta presso l’assessorato regionale al Lavoro, emerge che molti comuni della provincia di Enna e Caltanissetta ancora oggi sono impreparati alla presentazione della documentazione per trasferimento monetario riguardante il primo piano di riparto annualità 2015 per i mesi di gennaio fino al 30 di aprile prossimo, cioè i 4 dodicesimi dell’esercizio provvisorio regionale, pari ad un importo di 2 milioni e 100 mila euro – conferma Falcone - poi seguirà o seguiranno altri piani di riparto per l’annualità in corso fino al 31 di dicembre prossimo».

Secondo Falcone in regola allo stato attuale sono in pochi. Per la provincia di Enna, Assoro, Catenanuova, Regalbuto e Villarosa, mentre per la provincia di Caltanissetta solo quello di Sommatino. Falcone quindi invita i comuni interessati ad attivarsi nel più breve tempo possibile a regolarizzare le loro posizioni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X