MESSA IN SICUREZZA

Enna, inchiesta sul Castello: autorizzati i lavori

di
Dissequestro parziale per consentire la realizzazione di un muretto a sostegno della costruzione: il cantiere al centro di un’indagine della Finanza

ENNA. Sono cominciati i lavori di realizzazione di un muretto a sostegno della parete del Castello di Lombardia, per evitare scrostamenti, dovuti alle intemperie, nello zoccolo posto alla base. I lavori, un piccolo intervento d'emergenza, sono stati autorizzati dal sostituto procuratore Francesco Rio, che coordina l'inchiesta in corso da parte della Guardia di Finanza e che riguarda il cantiere, più complesso, dei lavori di messa in sicurezza della parete, posto sotto sequestro a novembre. Più tecnicamente, per consentire questo intervento, la Procura ha disposto un dissequestro parziale.

Sono partiti i lavori, insomma, ma è un piccolo intervento non invasivo da compiere mentre è ancora in corso l'attività investigativa; e anche l'azione tecnica degli esperti nominati dal pubblico ministero, Alberto Fonte e Orazio Barbagallo, chiamati a realizzare una consulenza. Più tecnicamente, il professore Barbagallo si è occupato della parte geostatica, mentre l'ingegnere Fonte è chiamato a realizzare una relazione finale, basandosi anche sull'esito della consulenza geostatica.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X