NICOSIA

Viabilità a Nicosia, dopo le frane scatta l’emergenza alberi

di
Un caso limite quello di via Nazionale dove un grosso tronco occupa un’intera carreggiata e obbliga gli automobilisti a transitare su una sola carreggiata

ENNA. Viabilità sempre più in tilt, alle frane e smottamenti dovuti alle copiose piogge invernali si aggiungono i danni dovuti agli alberi sradicati dal forte vento di gennaio. Un caso limite quello di via Nazionale dove un grosso tronco occupa un’intera carreggiata e obbligo gli automobilisti, nell’importante arteria stradale, al transito alternato.

La strada che è uno dei principali accessi alla città, da ovest, garantisce il collegamento dal popoloso quartiere di Panotto, zona di espansione edilizia in cui negli ultimi anni si sono concentrati anche numerosi esercizi commerciali della media distribuzione, ma anche da Sperlinga, Villadoro e Leonforte.Ma questo è solo un caso, forse il più evidente, della precaria situazione viaria da e verso la città. Su via Nazionale, oltre al grosso tronco sulla strada, si registra un importante smottamento che ha provocato l'abbassamento dell'asfalto, di diversi centimetri su una tratta di circa 300 metri. Sulla provinciale 39 meglio conosciuta come “strada dell'Altesina”, utilizzata per raggiungere Enna, a causa de i dissesti si procede con un limite di 20 chilometri orari. Situazione precaria anche sulla statale 117, in direzione Leonforte, dove subito dopo il ponte sul fiume Salso una pericolosa sconnessione dell'asfalto crea pericolo alla viabilità.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X