CONDANNATI

Si contendono il posto da mendicante: litigio tra nigeriani a Pietraperzia

di

PIETRAPERZIA. Sono stati condannati a 3 mesi di reclusione, con la condizionale, i due immigrati nigeriani che si sono azzuffati, con tanto di coltello in mano, per chi dovesse mettersi davanti a un supermercato a chiedere l’elemosina alla vigilia di Pasqua.
La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico Giuseppe Tigano. I due, prima del processo per direttissima, che si è svolta con il rito abbreviato, hanno fatto pace, si sono stretti la mano e hanno detto al giudice di essersi chiariti. Nel frattempo però sono stati condannati.
L’incredibile storia di miseria è avvenuta il sabato di Pasqua nel centro del paese e ha visto protagonisti due extracomunitari che vivono a Caltanissetta, in possesso di regolare permesso di soggiorno. I due erano stati arrestati dai carabinieri, proprio perché nel corso della colluttazione uno ha tirato fuori un coltellino e la lite ha rischiato di degenerare.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X