SANITA'

Pronto soccorso ad Enna, è di nuovo emergenza

di

ENNA. Non ci sono posti letto disponibili e il personale medico sanitario sembra non essere sufficiente: al Pronto soccorso dell'Umberto I ricominciano le proteste per le lunghe attese prima di ricevere assistenza. Sarà forse un caso sporadico oppure no ma sta di fatto che ieri mattino tra pazienti e familiari erano almeno una trentina le persone che affollavano la corsia e almeno una decina aspettavano fuori di ricevere il codice dal triage.

Letti e stanze a disposizione del reparto occupate, un continuo via vai di infermieri e operatori 118 e la tensione aumenta, a sentire i presenti. Corrado Licari, operato a gennaio per aneurisma all'aorta, in preda al malessere e all'ansia - dato la sua importante storia clinica - di fretta e furia si è recato all'Umberto I per chiedere aiuto. Codice giallo, gli attribuiscono al triage. «Aspetto nel corridoio da più di un'ora ma nessun medico mi chiama per visitarmi, nessuno mi dice che cosa mi sta succedendo, perché sto male? Perché non mi fanno salire direttamente in Cardiologia», dice il signor Corrado seduto, come altri cinque o sei, su una sedia a rotelle, sotto un sole cocente che penetra dalle vetrate.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X